Digita una parola o una frase e premi Invio

Tutto il Mediterraneo si riunisce a Imperia

Assaggiatori ed esperti del settore agroalimentare, delegazioni di quindici Paesi e giornalisti stranieri in marcia verso l’Auditorium della Camera di Commercio per l’evento del 6 e 7 maggio

Imperia capitale della Dieta Mediterranea, venerdì 6 e sabato 7 maggio con la prima edizione del Forum sull’Alimentazione Mediterranea che Camera di Commercio di Imperia, Comitato Oleicolo Internazionale, Associazione Città dell’Olio con la collaborazione di Regione Liguria, Unioncamere Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Imperia e il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco e del Ministero Affari Esteri hanno organizzato nel nuovo Auditorium della Camera di Commercio di Imperia per confrontarsi sul tema della Dieta mediterranea come patrimonio mondiale dell’Unesco e sul ruolo che in essa riveste l’olio, da sempre simbolo dei popoli mediterranei, con tavoli di lavoro e la creazione di comitati scientifici.

“In Liguria l’olio – osserva il presidente della Camera di Commercio di Imperia, Franco Amadeo – è storia, cultura, tradizione. Un patrimonio che ci appartiene profondamente e che oggi l’Unesco ha scelto di farne Patrimonio dell’Umanità. Da questa ricchezza nasce una nuova scommessa per coniugare opportunità di sviluppo e lavoro con il mantenimento delle nostre radici.  Sotto l’egida della Dieta Mediterranea l’olio extravergine e i prodotti tipici di qualità devono fare da traino all’economia della Riviera e diventare testimonial del turismo in Italia e all’estero”.

Il Simposio si articolerà in due fasi – la prima il 6 e 7 maggio, la seconda il 18 e 19 novembre sempre a Imperia – e sarà una importante vetrina sia per la promozione di un’idea di condivisione e collaborazione economica nel segno dell’ulivo e dell’olio, sia perché rappresenta una occasione unica per riunire attorno allo stesso tavolo i rappresentanti – giornalisti, sindaci, delegati dei Ministeri, Camere di Commercio, e delle associazioni legate all’olio, alla produzione e alla promozione del prodotto e del territorio – di quindici Paesi delle due sponde del Mare Nostrum: oltre all’Italia confermate le presenze di delegati dall’Albania,  dall’Algeria, dalla Croazia, dalla Francia, dalla Grecia, dal Libano, da Israele, dal Marocco, dal Montenegro, dal Portogallo, dalla Slovenia, dalla Spagna, dalla Turchia e dalla Tunisia.

“La Dieta mediterranea – spiega il presidente dell’Associazione Nazionale città dell’Olio e vicepresidente della Camera di Commercio di Imperia Enrico Lupi – ha mosso ad Imperia i primi passi, con grande sensibilità e lungimiranza, e proprio ad Imperia il 6 e 7 maggio sarà ospitato un evento con caratteristiche di valore scientifico e visibilità tali da costituire un nuovo punto di riferimento sul tema, guardando al futuro e allargando gli orizzonti per permettere una crescita condivisa, un ideale connubio che unisce stile di vita alimentare e trasmissione di valori e culture che insistono nel bacino del Mediterraneo”.

Nell’occasione, con l’auspicio del COI – Consiglio Oleicolo Internazionale, verrà sottoscritto il protocollo di intenti tra i Paesi del Mediterraneo presenti, per la costituzione della Rete EuroMediterranea delle Città dell’Olio, con l’obiettivo di promuovere una civiltà millenaria legata all’albero dell’olivo.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi